Provincia di Plzeň - paradiso per i turisti (Il portale turistico della provincia di Plzeň) 
PrimaveraEstateAutunnoInverno

ITEP 2013

This year is the tenth time you can look forward to a tourism fair Pilsen Region ITEP 2014. Come take a look again to the TJ Locomotive Plzen from 25th to 27th of September. You are welcome.

Usi e costumi

Usi e costumi

La Regione di Pilsen è una regione i cui abitanti mantengono un forte legame alle tradizioni e usanze dei loro antenati. La zona in cui praticano di più le tradizioni e le usanze è Chodsko. Nel Medioevo fu costituito da un grande territorio, situato in zona da Domažlice attraverso Bor e Tachov fino a Planá. Il suo centro è la città di Domažlice. Le tradizioni sono qui mantenute fino ad oggi e si trasmettono di generazione in generazione. Gli abitanti temperamenti si vestono volentieri i costumi di Chodsko, parlano in dialetto melodico e cantano le canzoni di Chodsko. Se visiterete Chodsko, sarete attirati soprattutto dalla ceramica di Chodsko, dall’architettura di edifici rurali e anche dalla cucina tradizionale popolare. Vale la pena di vedere uno dei più antichi festival folcloristici della Repubblica Ceca - Chodské slavnosti (La festa di Chodsko) che si svolge ogni anno nel mese di agosto (il primo finesettimana successivo al 10 agosto). La città di Domažlice vive non solo il folclore tradizionale, ma ci sono anche vari gruppi musicali e di danza provenienti da altre parti della Repubblica Ceca e dall’estero. Il grande mercato all’antica ceco nel centro storico della città con le vendite di prodotti tradizionali e con le dimostrazioni di mestieri medievali costituisce un’interessante arricchimento del programma. È possibile aspirare il profumo di torte fresche, assaggiare trdlo (tipo di pane di pasta lievitata) e lokše (focacce di patate), vedere il fabbro a battere il ferro o l’intagliatore a intagliare ciotole, verificare le proprie abilità provando la ruota del vasaio.

Anche altri festival folcloristici appartengono agli eventi molto frequentati: Festival Internazionale del Folclore a Pilsen che si svolge nel mese di giugno, Festa folcloristica a Výhledy nel mese di luglio, mostra di musica ad ottone nel mese di marzo a Klatovy o Festival Internazionale del Folclore Klatovy nel mese di luglio.

Per la Regione di Pilsen è importante anche la tradizione dell’industria del vetro vecchia 600 anni che si è sviluppata sul territorio di Šumava (Selva Boema), Brdy e Český les (Bosco Boemo). Le prime menzioni scritte provengono dalla metà del '300, quando i vetrai di Baviera vennero a Šumava (Selva Boema), dove l’industria del vetro vive fino ad oggi. La quantità di vetrerie si moltiplicò nel '500 e all’inizio del '600, soltanto a Šumava (Selva Boema) ce ne furono 25 prima della guerra dei Trent’anni. Comunque, la querra dei Trent’anni bloccò l’industria del vetro. Dopo la guerra, grazie all’arrivo dei nuovi generazioni di vetrai nel '700,  avvenne di nuovo allo sviluppo. Una cosa molto rara fu la produzione del vetro in lastre in cui eccellerò la famiglia Abele nel comune di Železná Ruda.

Nella seconda metà del '700 avenne a una graduale riduzione dell’industria del vetro. Le due guerre mondiali e la successiva nazionalozzazione, dopo il putsch comunista nel 1948, hanno rovinato per molti decenni questa tradizione. È stata conservata fino ai giorni odierni soltanto un’officina dell’arrotino a Annín. Attualmente, la tradizione dell’industria del vetro torna nuovamente a vivere e la seguono nuove società. Se volete apprendere di più sulle bellezze del vetro di Šumava (Selva Boema), visitate l’espozione permanente nel Museo di Šumava a Železná Ruda o a Kašperské Hory.

 Tradizioni e usanze tornano a vivere di più non soltanto nella Regione di Pilsen, ma con piccole differenze in tutta la Repubblica Ceca durante le seguenti più importanti feste:

Sfilata dei tre re magi (6.1.) - tradizione di gennaio che ancora in alcune città sopravvive come nei tempi passati. I tre re magi fanno visita alle famiglie, cantano delle canzoni natalizie e sopra le porte scrivono con il gesso bianco le iniziali dei re: K+M+B come segno della benedizione per l’intero anno. Con la Sfilata di tre re magi è legata la Raccolta dei tre re magi, quando ogni anno il 6 gennaio i cantori delle canzoni natalizie vanno per le strade con una cassetta per ottenere attraverso questo evento di carità i mezzi finanziari per aiutare le persone in difficoltà.

Masopust (gennaio - febbraio) - è una delle più divertenti feste dell’anno. La festa piena di celebrazioni, buon cibo e divertimenti che precede il periodo di digiuno. In alcune regioni si mantiene ancora la tradizione delle sfilate di maschere che accompagnate dalla musica vanno attraverso il villaggio.

Pasqua (marzo, aprile) - benvenuto alla primavera e la più importante festa cristiana, si decorano le uova (come simbolo di fecondità, di fertilità e di vita), si fanno le fruste di nome pomlázka (perchè le ragazze siano sane e allegre per tutto l’anno), si prepara il dolce a forma di agnello pasquale (il simbolo dell’Agnello di Dio) o si semina il grano (come simbolo dell’inizio dei lavori agrari). La Pasqua si celebra la Domenica successiva alla prima luna piena dopo l’equinozio di primavera. La mattina del Lunedì di Pasqua i ragazzi girano per le case, frustano con la pomlázka le ragazze e in cambio ricevono uova di Pasqua decorate o un coniglietto di coccolata.

Filipojakubská noc (Notte di Filippo e di Giacomo) (la notte che va dal 30 aprile al 1° maggio) – l’ultimo giorno del mese di aprile, molta gente si raduna intorno al fuoco per far brucciare un pupazzo di stracci a forma di una strega, per impedire così alle forze del male di entrare nel mondo degli uomini. Durante questa notte si raccolgono anche le erbe medicinali (soprattutto piantaggine) e si dice anche che la terra apre i suoi tesori. Tradizionalmente vengono costruite i pali di maggio sulle piazze delle città e davanti alle case.

Pentecoste (maggio - giugno) - è abitudine di decorare le chiese e le case con fiori durante la Pentecoste. Secondo il concetto popolare si tratta del benvenuto all’estate. Comincia a partire da settima domenica dopo Pasqua, quindi non ha la data precisamente stabilita.

Sfilata di San Nicola (5. - 6.12.) - la sera del 5 dicembre San Nicola accompagnato da un diavolo e un angelo va a visitare le case e si fa chiamare i bambini che vivono in quelle case. Quando i bambini gli dicono una poesia o una canzone ricevono i regali, ma quando San Nicola apprende dai genitori che hanno fatto i capricci, li sgrida. Il diavolo li spaventa e l’angelo li protegge.

Natale (24. - 26.12.) - la festa di tranquillità, d’amore e di pace. Le città e i villaggi vivono nello splendore delle luci, di alberi di Natale sulle piazze, di mercattini tradizionali di Natale e nel profumo del vischio e di foglie aghiformi. Nelle famiglie si fanno i dolciumi di Natale, si decorano gli alberi, si costruiscono i presepi, si mettono le decorazioni e nel giorno della Vigilia di Natale si prepara la zuppa di pesce tradizionale e la zuppa di piselli, l’insalata di patate, la carpa fritta e molti altri cibi buoni. I regali si mettono sotto gli alberi e dopo la cena, quando suona la campanella, i bambini corrono a disimballarli. Si cantano i canti natalizi, si guardano le favole oppure la sera si fanno le passeggiate. A Pilsen sulla Piazza della Repubblica si svolge tradizionalmente il più grande canto colletivo dei canti natalizi come la parte dell’Avvento.

Last changed by: Beránek Filip (23.06.2010)

 


 

Specify Destinations:

Mapa okresů

TachovDomažliceKlatovyRokycanyPilsen-NorthPilsen-SouthPilsen-City

Name 

District 

Type